Guy Martin, Pikes Peak 2014

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito stesso.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Guy Martin, Pikes Peak 2014

Guy Martin, il pilota più idolatrato del TT, ha portato alla Pikes Peak una moto costruita con le sue stesse mani: una Martek Custom Turbo, ovvero una Suzuki GSX-R 1100 del ’91 da 1.380 cc equipaggiata con sospensioni e freni da competizione, telaio e forcellone Martek, nonché compressore capace di elevare la potenza fino alla bellezza di 550 CV.

 

 

Si svolge sulle Montagne Rocciose del Colorado (USA), la mitica cronoscalata giunge quest’anno alla sua 92^ edizione. Circa 20 km di tracciato letteralmente “tra le nuvole”, con un traguardo situato a 4.300 metri sul monte Pikes Peak, per un dislivello totale di 1.439 metri; 156 curve e una pendenza media del 7%, un lungo serpentone di asfalto (in parte sterrato fino al 2012) in un paesaggio lunare. Una sfida contro il tempo quasi centenaria, con tutte le insidie che l’altitudine nasconde quali il cambio di temperatura e condizioni atmosferiche, nonché il diverso rendimento dei motori.

 

 

 Per partecipare alla 92° edizione della cronoscalata che si svolge da circa un secolo sull'omonima montagna (4.301 mt) in Colorado USA, Martin, abile meccanico/preparatore qual'è, ha allestito di sana pianta una moto molto particolare. Utilizzando un telaio Martek nella quale è stato poi alloggiato un motore GSX-R 1100 del 1992 portato a 1380cc, ad iniezione elettronica e sovralimentato con turbocompressore, Guy ha tirato fuori un missile a due ruote capace di erogare la mostruosa potenza di 550 CV !!!

La moto, gommata con pneumatici di sviluppo Metzeler Racetec RR, ha vinto nella categoria “PPC-UTV/Exhibition” con 11’32”558.

Grandissimo Guy!

 

JoomShaper